La rosa d’oro per il santuario della Madonna di Altötting

Papa Benedetto XVI. ha onorato il santuario della Madonna di Altötting in maniera speciale - Il Cardinale Meisner, come legato pontificio ha consegnato la Rosa d'Oro ad Altötting , il vescovo di Passavia, gode di alta stima , il Primo Ministro Dr. Günther Beckstein, alla Messa Pontificale di Altötting, Roma / Passavia / Altötting (IOP).

La diocesi di Passau, situata nel santuario mariano di Altötting,  grazie a Papa Benedetto XVI. ha ricevuto un dono meraviglioso: la Rosa d'Oro. L'arcivescovo di Colonia, il cardinale Joachim Meisner ha consegnato la Rosa d'Oro ad Altötting, come legato pontificio, venerdì 15 agosto 2008.  Ha consegnato la Rosa d'Oro al vescovo diocesano Wilhelm Schraml di Passavia per il patrocinio della cappella delle Grazie, in occasione della festa "l’Assunzione di Maria in cielo", durante la Messa Pontificale nella Basilica di S. Anna. di. L'amministratore della Cappella Santa, Mons. Ludwig Limbrunner, ha lasciato il decreto di Papa Benedetto XVI. in tedesco.

Con la rosa del Papa, per la prima volta nella storia, il santuario tedesco della Madonna è stato  fortemente onorato. Probabilmente nessun altro luogo di pellegrinaggio al mondo come quello di  Altötting, detto anche "cuore della Baviera" è stato  così personalmente onorato da Papa Benedetto XVI. Perché anche durante la sua visita ad Altötting, nel settembre 2006,  ha deposto davanti all'immagine della Vergine l'anello vescovile che aveva portato fino all'elezione papale (l'anello è oggi applicato allo scettro della statua della Madonna). Benedetto XVI., durante la sua visita, ha venerato con devozione il Santissimo Sacramento nella "Vecchia camera del Tesoro" e la cappella dell’adorazione sulla piazza del santuario.
Solo da poche settimane ha personalmente concordato che la "Nuova Camera del Tesoro",a partire da maggio 2009, sarà il nuovo museo del pellegrinaggio e prenderà  il nome di "Casa Papa Benedetto XVI".
Dal successore di San Pietro l’uomo dovrebbe imparare la gioia e la fede, sottolinea Mons. Wilhelm Schraml di Passavia; poter essere felici in questa Chiesa di Gesù Cristo . Siete chiamati ad Altötting per la Rosa d'Oro del Papa, "per trasmettere la gioia al mondo". Il vescovo vede questo simbolo papale come un nuovo invito del Papa a "guardare Cristo, adorarlo, anche sotto forma di pane eucaristico".

Dopo la Messa Pontificale, il cardinale Meisner, il vescovo Schraml, il prelato Limbrunner , monsignor Furtner hanno riportato l'immagine della Madonna e la Rosa d'Oro nella Cappella delle Grazie. Attualmente, la rosa del Papa è alta circa 45 centimetri e nella ghirlanda di fiori ha un diametro di 22 cm  e si trova in un reliquiario d'argento a destra dell’altare del santuario. Verrà definitivamente sistemata nell’amministrazione episcopale all’ ingresso  della"Casa Papa Benedetto XVI, nuovo Museo del Tesoro e del pellegrinaggio".

An der Feier nahm, unter den tausenden Pilgern aus ganz Bayern, auch Ministerpräsident Dr. Günther Beckstein teil. Bei dem anschließenden Empfang, durch den Altöttinger Bürgermeister Herbert Hofauer, sprach der Ministerpräsident ein Grußwort.
Alla cerimonia ha partecipato, oltre a migliaia di pellegrini provenienti da tutta la Baviera, anche il Primo Ministro Dr. Günther Beckstein. Durante l’accoglienza finale, celebrata dal sindaco di Altötting, Herbert Hofauer, il primo ministro ha fatto un breve discorso di saluto.
La celebrazione si è conclusa con una preghiera  eucaristica nella chiesa parrochiale. Il Santissimo Sacramento è stato trasferita dalla Cappella dell’ Adorazione e riportato nuovamente lì dopo la preghiera. Dopo la preghiera eucaristica, nel vestibolo della Cappella dell’Adorazione,  è stato scoperto un rilievo di Papa Benedetto, benedetto dal cardinale Meisner. Questa delicata opera è stata creata dalla scultrice Sabine Thalhammer, nativa di Altötting. Così, si è creato un legame con Papa Benedetto XVI. che , nel 2006, ha pregato qui.  La sera prima , durante la tradizionale processione  coi lumi, il Vescovo Schraml ed i pellegrini si sono riuniti nella piazza del santuario. La tradizione che il Papa dona una rosa, risale ad un corteo medievale a Roma la IV domenica di Quaresima, detta domenica “Laetare”. In questa domenica, nel bel mezzo della Quaresima( il periodo più importante del digiuno era già passato e si aspettava con speranza la Pasqua), il Papa portò una rosa naturale, in seguito una rosa d'oro, alla chiesa di Santa Croce. Il Papa donò la rosa al prefetto di Roma.
La rosa simboleggia Cristo. L'oro è sinonimo di resurrezione, le spine della Passione. Il fiore sottolinea la gloria della risurrezione e ha il compito di alleviare la tristezza per la sofferenza di Cristo.

Nel corso dei  secoli questo simbolo papale di benevolenza venne donato non solo agli uomini ma anche ai monasteri o alle città. Per tutti i destinatari la rosa è stata ed è il simbolo di esortazione e dovere. I Papi nel 20° secolo, hanno assegnato questo simbolo solo ai maggiori luoghi di culto, soprattutto ai santuari della madre di Dio. Papa Benedetto XVI. ha portato avanti questa tradizione.
L’anello del vescovo, che il Papa  ha deposto durante una sua visita a settembre del 2006 davanti alla statua della Vergine e la "Rosa d'oro" mostrano la sua personale stima e il suo attaccamento al santuario. Papa Benedetto XVI., davanti alla Madonna di Altötting, si sente davvero a casa sua.
Papa Giovanni Paolo II aveva consegnato questo dono già ai santuari mariani Czestochowa, Loreto, Lourdes e Knock in Irlanda. Papa Benedetto XVI.  ha donato questo riconoscimento alla cella di Maria in Austria, al santuario di Nostra Signora Aparecida in Brasile, e ora ad Altötting.